Pensieri

ACAB (All Cops Are Bastard): I tatuaggi dei carcerati

davvero molto interessante

Acqua e limone

L’amicizia con Manuel, un simpatico trentenne conosciuto in ospedale, continua con una lezione sul ruolo del tatuaggio nelle carceri italiane e… siberiane.

William_Holman_Hunt_-_The_Scapegoat

Immagine tratta daqui

.

Un tatuaggio da galeotto non è solo un tatuaggio. Un tatuaggio da galeotto, fatto da un vero carcerato mentre sconta la sua pena, è gesto di sfogo, un simbolo di riconoscimento tra detenuti o un atto di protesta contro la crudeltà della galera.

Provate un po’ a pensare al detenuto medio: un giovane spacciatore italiano condannato a tre anni che, dopo sei mesi di galera, decide di marchiare la propria frustrazione sulla propria carne. Se per ogni appassionato di tatuaggi la pelle è una tela su cui raccontare la propria storia, per il carcerato si trasforma in un manifesto di carta straccia, con cui dichiarare pubblicamente la propria condanna ad una non-vita di botte, sbarre e cemento.

La Bibbia di riferimento per comprendere appieno il ruolo…

View original post 1.232 altre parole

Pensieri

Sei mio figlio

Lo so Vorresti tanto Cambiare il mondo Accorciare le distanze Te lo leggo ogni volta Che guardo nei tuoi occhi Lo sai Anche se Non te lo dico mai Ogni tua giornata La trascorro con te Con i tuoi sorrisi Le tue malinconie I tuoi progetti Tanti Sei mio figlio E sono orgogliosa di te… Continue reading Sei mio figlio

Pensieri

Fichi d’india

        Fasci di sole d'agosto filtrano prepotenti da grandi persiane verdi Una foto una storia d'emigrazione desiderata sofferta. Un leggero sorriso incornicia i loro volti ancora increduli Insieme guardano nostalgici quel piatto di fichi d'india senza spine nelle loro mani dell'amata terra riportando al presente desideri perduti. Italia mia quanti anni Troppi Per ogni ritorno… Continue reading Fichi d’india