Pensieri

Armonia.

Rigido il corpo
Senza carezze
Che ripudia l’invasione
Alla sovranità
Di un trono
Inviolabile
Rigido
Dentro muscoli tesi
Armature
Che corrodono
Col tempo la serratura
Della nostra esistenza
Vissuta
Dall’alto
Del nostro io
Privandolo
Del suo libero
Respiro
Nell’essere perfetto
Solo….
Nella sua vera
Armonia.

Annunci

26 thoughts on “Armonia.”

  1. mmm.. la mia chiave di lettura:
    una poesia dove si narra della rinata castità, della difficoltà o il non piacere a fare all’amore con un altro uomo.

    Ho frainteso tutto? 😀

  2. Sono le carezze a togliere rigidità al corpo. Quel lasciarsi andare ritrovando un’equilibrio che troppo spesso si perde per l’incapacità ad amare. Amore è armonia e le armature che racchiudono lo spirito incapace di donarsi, si apriranno . Un abbraccio cara Caterina. Isabella

  3. Quella doccia mattutina, ogni giorno… non riesco a fare a meno dell’acqua appena calda che mi scorre addosso come carezza, i guanti per tonificare la pelle che massaggiano… pari ad una nascita del corpo al nuovo giorno!
    Amarsi in tutto il proprio essere, rispettarsi ed ascoltarsi è buona regola per chi solletica il desiderio di vivere bene con se stessi.
    Perché l’anima non è distaccata dal corpo, quando esso cambia, ci sembra il più grande alieno da riconoscere e da sopportare. E’ una lotta interiore continua, dall’adolescenza alla maternità, alla maturità ecc…

    Difficile baciare
    le mani
    difficile quanto bello
    nel ricordo di ciò che si è dato
    nel ricordo di ciò che si è preso

    e diviene assenza
    e diviene lontananza
    il non appartenerci se non
    estranei
    dello specchio
    b.l.
    Un caro saluto
    Brigida.

  4. Quella doccia mattutina, ogni giorno… non riesco a fare a meno dell’acqua appena calda che mi scorre addosso come carezza, i guanti per tonificare la pelle che massaggiano… pari ad una nascita del corpo al nuovo giorno!
    Amarsi in tutto il proprio essere, rispettarsi ed ascoltarsi è buona regola per chi solletica il desiderio di vivere bene con se stessi.
    Perché l’anima non è distaccata dal corpo, quando esso cambia, ci sembra il più grande alieno da riconoscere e da sopportare. E’ una lotta interiore continua, dall’adolescenza alla maternità, alla maturità ecc…

    Difficile baciare
    le mani
    difficile quanto bello
    nel ricordo di ciò che si è dato
    nel ricordo di ciò che si è preso

    e diviene assenza
    e diviene lontananza
    il non appartenerci se non
    estranei
    dello specchio
    b.l.
    Un caro saluto
    Brigida.

    1. Ti ringrazio per questo bellissimo commento,non poteva essere più armonioso :)davvero.
      Essere in armonia con se stessi e la base principale,non facile da raggiungere,un lavoro continuo,minuzioso che non finisce mai,dove il capirsi e perdonarsi,migliorarsi e la base di tutto,come le fondamenta di una casa per poter resistere alle avversità della vita.Grazie di nuovo…ti mando un caro saluto,a presto.
      Caterina

      1. Copierò sul mio blog la poesia che ho scritto qui di getto, proiettata dalle parole della tua poesia… Per il titolo avrei pensato “disarmonia”. Che ne pensi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...